martedì 3 maggio 2016

                                       Signor Presidente del Senato della Repubblica,


squarci di “Se questo è un uomo” di Primo Leiaffiorano alla mente, mentre siedo in seconda fila, in uno dei banchi della tribuna riservata ai cittadini, assistendo, per una smilza manciata di minuti, ai lavori dell’Assemblea, che Lei presiede. Avverto, infatti, un profondo disagio,provo l’inquietantesensazione di essere stato deprivato della condizione di cittadino e di ritrovarmi con quella spregevole di suddito.E mi impongo di non svenire per la nausea umana e politica.
Faccio parte di una comitiva di cinquanta pugliesi, partiti dalla nostra Regione alle prime ore del mattino e giunti a Roma dopo cinque ore di viaggio in pullman.  Prelevati da due agenti della Polizia di Stato da Piazza Cinque Lune, dove si tiene una manifestazione del Movimento 5 Stelle, raggiungiamo uno degli ingressi di Palazzo Madama.  Cospicue Forze dell’ordinein divisa ed in abiti civili ne presidiano il territorio. Scrutano e scandagliano persino l’animo, temendo di avere a che fare, osservando i ceffi, tra cui anche disabili e vecchi, con pericolosi sovversivi della cosiddetta antipolitica.


Da tempo sono pronte le autorizzazioni di accesso. Spunta, però, il consueto inghippo italiano, immancabile e… sabotante chi non vuole oleare o strisciare la lingua.Perciò, la responsabile del gruppo, Loredana,si attivafreneticamentepresso la senatrice Donno Daniela,per sbrogliare la matassa. E pensare che… faccendieri e lobbisti possono circolare con la massima libertà, influenzando persino i lavori delle Commissioni.

Via libera!Ma…, ulteriore lunga attesa dietro un’ampia cancellata di ferro. Presentazione dei documenti. Altra pausa. Metal detector. Numerose rampe di scala, ricoperte da un tappeto rosso, probabilmente non disteso per noi, per la solenne occasione, si inerpicano verso l’alto con pianerottoli presidiati da commessi in livrea. Li invidio, i fortunati! Dopo aver brillantemente superato difficilissime prove d’esame, in cui il criterio della meritocrazia regna sovrano, rivestono il delicatissimo e faticoso ruolo portando a casa un modesto compenso, equivalente a quello elargito a tantissimi lavoratori della Penisola per appena un anno solare di lavoro.

venerdì 29 aprile 2016

Miseria e Nobiltà

Sono passati oramai degli anni quando appena maggiorenne mi affacciavo nel "magnifico" mondo degli adulti e della Politica.
Quella che credevo fosse il fulcro principale nella "difesa dei diritti umani",
scoprivo invece essere.......la parte peggiore di noi stessi!

Anni dopo,
spinto dalla voglia di dare e darmi una speranza,
e allo stesso tempo, essere parte integrante della società,
visto il mio rientro, ho cominciato a muovermi dietro le fila, di questa nuova atmosfera che aleggiava nell'aria, portata avanti da un uomo che io già conoscevo.

Gente comune di ogni ceto e ambito sociale si stava unendo formando un unico gruppo diviso, ed unito nello stesso tempo, su tutto il territorio nazionale.

Nasceva il
#MoVimento5Stelle
guidato da colui che per primo ha avuto il coraggio di unire tutti coloro che soffrivano e non venivano ascoltati.

Il Movimento nato ed ora al culmine delle forze, è riuscito a spezzare quelle catene che tenevano sotto scacco tutti coloro, che pur impiegando i mezzi a disposizione, non riuscivano ad abbattere quel muro di gomma che li respingeva.
Stiamo invadendo come un'onda ogni tipo di Amministrazione, divulgando notizie che fino ad allora era secretato e suggellato nei meandri dei Palazzoni, accessibili solo a coloro che complottavano e disperdevano tutto il denaro, in affari loschi per arricchire ed arricchirsi sulle spalle dei Cittadini inconsapevoli e creduloni.
Ancora tanto c'è da fare, la strada è ancora impervia e piena di ostacoli, che giungono continuamente, minando i nostri Uomini e Donne, che districandosi tra i mille decreti emanati continuamente da coloro che vogliono un mondo fatto di Schiavi Consenzienti, perchè, ignavi o consapevoli, continuano a votarli!

Su una cosa però sono sicuro,
tutti sanno quanto lercio e puzzolente possa essere una Fogna, dove passano ogni sorta di "monnezza", ma non si accorge della vera "fogna" che tutti i giorni ci attraversa accanto, nascosta, da profumi emanati da chi indossa senza ritegno, "Giacca e Cravatta".

Se negli anni d'oro, tutti i Cittadini avevano una change per poter andare avanti,
ora "grazie" ai non eletti del Parlamento, siamo ritornati a dividere di nuovo le categorie tra

                                                      LA MISERIA E LA NOBILTA'
video

lunedì 7 marzo 2016

Candidata Sindaco di Roma Virginia Raggi

Virginia Raggi candidata sindaco M5S a Roma: ecco chi è



Che abbia un carattere forte non è un mistero. E lo ha dimostrato anche quando il giorno della presentazione delle candidature alla Camera dei deputati rubò la parola al suo principale competitor Marcello De Vito. Guardandolo dritto disse: «Scusa... ma vorrei dire qualcosa anch’io».

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/roma/portavoce/virginia-raggi.html

#RomaaiRomani la scelta non è difficile #m5s

Translate

Google+ Badge

VideoBar

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.